Lasciata la frazione di Crai, inizia un lungo tratto, tutto in quota, lungo  la cosidetta: " Panoramica" che ci regalerà splendidi panorami.

>> Prapotnizza - Praponca >> >> San Volfango - Svet Štuoblank >>

In questo periodo, lungo questo tratto di percorso, non potremo non sentire il profumo delicato dei narcisi.

>> Rucchin - Zaločilo >> >> Tribil Superiore - Gorenj Tarbij >>

 Tra curve e piccoli saliscendi il giro procede e si prepara per scendere a valle.

Attraversiamo Presserie. La discesa è iniziata già da qualche centinaio di metri.

>> Presserie - Preserje >> >> Stregna - Sriednje >>

Finita la discesa, la strada si fa pianeggiante. La prima frazione e valle è Zamir, poi Picig. Il giro attraverserà Merso di Sopra ...

>> Picig - Pičič >> >> Merso di Sopra - Gorenja Miersa >>

...Scrutto ...                                                                                                              ...Cemur.

>> Scrutto - Škrutove >> >> Cemur - Čemur  >>

A Merso di Sotto la valle si fa ampia e tra poco il giro abbandonerà i monti delle nostre valli.

>> Merso di Sotto - Dolenja Miersa >> >> Azzida - Ažla >>

A Ponte San Quirino il giro lascia definitivamente le Valli del Natisone.

>> Ponte San Quirino - Muost >> >> Cividale del Friuli - Čedad >>
Ormai siamo in pianura e il giro prosegue  verso Attimis, Faedis, Canebola, Campeglio. Lungo il percorso troveremo ancora percorsi impegnativi che porteranno i ciclisti a raggiungere i 910 metri della cima Porzus, per poi rientrare  a Cividale del Friuli. 

Si concluderà qui la tredicesima tappa del giro che ha attraversato in lungo e in largo le Valli del Natisone

<< ritorna <<